TFA sostegno IX ciclo, riserva posti. Accesso diretto per docenti con tre anni di servizio su posto di sostegno

Il https://www.lavorareascuola.it/singole-in-cerca-di-uomini/ presenta una novità: l’accesso diretto ai percorsi di specializzazione per i docenti con almeno tre anni di servizio su sostegno negli ultimi cinque, purché rientranti nella quota di riserva, stabilita nel 35% dei posti per ciascun grado di scuola. E’ quanto disciplinato dal Decreto Interministeriale tra MUR e MIM n. 549 del 29 marzo 2024.

Tfa sostegno IX ciclo: accesso diretto docenti con 3 anni di servizio su posto di sostegno

Lo scorso 29 marzo il Ministero dell’Università ha pubblicato il decreto 583 che autorizza  l’avvio dei percorsi di formazione per la specializzazione nelle attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità per l’anno accademico 2023/2024.

Inoltre il Decreto Interministeriale tra MUR e MIM n. 549 del 29 marzo 2024 stabilisce che i docenti che abbiano maturato entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione alla selezione il requisito di 3 anni di servizio su sostegno negli ultimi cinque prestati nelle scuole del sistema nazionale di istruzione, ivi compresi le scuole paritarie e i percorsi di istruzione e formazione professionale delle regioni, e che siano in possesso del titolo di studio valido per l’insegnamento, beneficiano di una riserva del 35% dei posti per l’accesso diretto ai corsi.

Tali soggetti pertanto accedono direttamente ai percorsi senza svolgere le prove di selezione.

Qualora le domande siano eccedenti rispetto ai numeri previsti dalla quota di riserva, sarà compito delle Università selezionare i candidati secondo i criteri contenuti nell’Allegato A al D.I. 594/2024.

I candidati in questione concorrono esclusivamente per la quota di riserva dell’Ateneo in cui hanno presentato istanza.

Le Università dovranno prevedere due graduatorie distinte, una per i candidati che accedono alle prove preselettive e l’altra per i soggetti che concorrono per la riserva dei posti.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.