Supplenze da graduatorie di istituto: novità app Miur per le convocazioni

pc con app per supplenze da graduatorie di istituto

Il Ministero ha comunicato alle scuole i miglioramenti effettuati alle applicazioni informatiche utili alle convocazioni dei docenti dalle graduatorie di istituto. 

Le novità da conoscere

Queste le principali novità introdotte: 

  • le funzioni di acquisizione/aggiornamento posizione delle graduatorie d’istituto gestiscono la nuova informazione “domanda validata ai fini dell’assunzione”, visibile in fase di convocazione e coerente con l’ultima graduatoria prodotta. Al fine di consentire il tempestivo aggiornamento delle posizioni, nell’area “convocazioni”, è necessario che la scuola capofila, che emette o riceve un provvedimento di rettifica/conferma dei dati dell’aspirante, provveda con puntualità ad aggiornare le informazioni; inoltre, per garantire la legittimità delle posizioni assunte in graduatoria, in questa fase, occorre registrare tutti i provvedimenti intervenuti a dall’a.s. 2017/2018 per il personale docente e dall’a.s. 2018/2019 per il personale ATA; 
  • è possibile definire il numero di aspiranti da visualizzare nell’elenco, fino ad un massimo di 75 unità; 
  • è stato incrementato a 20 il numero di aspiranti a cui è possibile mandare contemporaneamente l’e-mail di convocazione; 
  • è stato aggiunto il dato dell’indirizzo e-mail nel report Excel degli aspiranti convocabili, per i casi in cui la lista viene utilizzata per convocare offline rispetto al processo standard; 
  • è stata aggiunta una nuova funzionalità per l’individuazione, in caso di graduatorie esaurite, della scuola “viciniore”. La funzionalità utilizza, per la ricerca delle scuole, due criteri da utilizzare in sequenza:
    a) nell’ambito dello stesso “zonale” a cui appartiene la scuola oggetto di ricerca;
    b) fuori dallo “zonale” suddetto, ma entro l’ambito della provincia; gli zonali sono ordinati secondo quanto già previsto per la mobilità e nell’ambito di ciascuno zonale l’ordinamento è alfabetico per codice scuola.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *