Supplenti, piano di assunzioni e integrazione graduatorie

supplenze-mad-faq

Nonostante le buone notizie delle ultime ore, con il calo dei contagi e delle vittime, l’emergenza Coronavirus è ancora molto lontana da una fine. Il mondo scuola non è certo meno condizionato degli altri ambiti del nostro Paese per quel che riguarda congelamento delle procedure e ritardi.

Uno di questi ritardi, riguarda inevitabilmente i concorsi e le assunzioni nel mondo della scuola. Se da un lato è comprensibile un certo ritardo, dall’altro i sindacati spingono affinchè non tutto sia completamente congelato.

In questo senso, le associazioni a difesa della categoria spingono affinchè si possa procedere, in un momento in cui i concorsi sono congelati, quantomeno alle assunzioni annunciate.

Il problema riguarda in particolar modo tutti quei supplenti che continuano ad insegnare nelle scuole (anche se adesso gli alunni sono a casa, mail contatto docente-ragazzi prosegue a distanza). Si tratta di migliaia di docenti ormai da anni impegnati negli istituti, capaci di collezionare più di 24 mesi di servizio.

Attendono la stabilizzazione, ma il tutto diventa ancor più complicato alla luce della cristallizzazione imposta dall’emergenza Covid 19. E se si pensa che già prima i problemi e le lungaggini di questa categoria non mancavano, si può intuire le preoccupazioni per il presente e per il futuro di questi docenti.

I sindacati chiedono quindi che venga attuato comunque un piano di assunzioni straordinario per tutti i posti vacanti. Le associazioni a difesa della categoria chiedono l’assunzione dalle graduatorie d’istituto che integri gli attuali canali dalla call veloce, dalle graduatorie di merito, dalle GaE.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *