Sindrome di Asperger e strategie didattiche – parte seconda

sindrome-asperger-2

Continuiamo a parlare della Sindrome di Asperger e delle migliori strategie didattiche, tenendo conto delle caratteristiche di questi alunni.

Abbiamo già approfondito quanto siano importanti concetti come la routine, un ambiente tranquillo, l’assenza di stress per chi soffre di SA nell’articolo precedente. Ci soffermiamo ora su situazioni reali e atteggiamenti corretti da tenere.

Abilità senso-motorie e uditive

Il ragazzo con la SA ha difficoltà a comprendere istruzioni in serie o troppe parole tutte insieme. Suddividere le istruzioni in singoli step è molto utile, come anche adoperare degli ausili o indicazioni visive.

Se si parla a loro più lentamente e con frasi più corte le istruzioni vengono comprese più facilmente.

Stimoli

Quando ci sono molti altri bambini o ragazzi, confusione e rumore, bisogna aiutarlo a trovare un angolo tranquillo dove lui possa andare a cercare un po’ di sollievo.

Momenti non strutturati (come il pranzo, la merenda e l’educazione fisica) possono risultare i più difficili per lui. Proviamo a fornirgli qualche guida e sostegno extra di adulti che l’aiutino in questi momenti più duri.
 Permettetegli di “muoversi intorno” poiché sedere fermo per lunghi intervalli di tempo può essere molto difficile (anche una camminata di 5 minuti attorno, con un amico o un aiutante può far molto).

A volte, sembra che il soggetto con la SA non ascolti mentre invece lo fa. Non bisogna pensare che poiché non ci sta guardando non ci stia ascoltando.
 A differenza della maggior parte di noi, spesso la forzatura del contatto oculare interrompe la sua concentrazione. Lui può in realtà ascoltarvi e capirvi meglio se non forzato a guardarvi direttamente negli occhi.

Abilità sociali e amicizie

Qui sta una delle sfide più grandi per i ragazzi SA. Possono desiderare molto fortemente di farsi degli amici, e tuttavia non avere la più pallida idea di come fare, darsi da fare per questo.

Identificare 1 o 2 alunni empatici che possano servire da “amici del cuore” aiuterà il bambino a sentire che il mondo è un posto più amico. 
Parlare con altri membri della classe può aiutare, se fatto in modo positivo e con il permesso della famiglia.

Per esempio, parlare del fatto che molti o la maggior parte di noi hanno dei problemi e che il problema degli AS è che non sanno “leggere bene” le situazioni sociali, proprio come altri hanno bisogno di occhiali o apparecchi acustici.

Studenti con la Sindrome di Asperger possono essere a maggior rischio di diventare “vittime” di comportamenti bullistici da parte di altri studenti.
Questo è causato da un paio di fattori:

  • È molto probabile che la risposta o “ascesa” (di visibilità?) che il “bullo” ottiene dal ragazzo Asperger rinforzi questa specie di atteggiamento.
  • I ragazzi Asperger vogliono essere accettati e/o piacere tanto fortemente che sono riluttanti a “parlare” del bullo, per paura di essere rifiutati dal colpevole o da altri studenti.

Routine

Questa è molto importante per la maggior parte dei soggetti AS, ma può anche essere molto difficile ottenerla regolarmente nel nostro mondo.
 Lasciate che il ragazzo SA sappia di ogni cambiamento preannunciato non appena ne venite a conoscenza, specialmente attraverso immagini o schemi a parole.

Fategli sapere, se possibile, quando ci sarà un supplente o una gita all’interno del normale orario scolastico.

Linguaggio

Sebbene il suo vocabolario e l’uso di esso possa sembrare elevato, i ragazzi AS possono non sapere il significato di ciò che dicono anche se le parole sono esatte.

Sarcasmo e discussioni pubbliche umoristiche sono spesso non comprese da ragazzi con la SA.

Anche le spiegazioni del significato possono non riuscire a chiarire, perché le vedute del bambino AS possono essere uniche e a volte inamovibili.

Abilità organizzative

Al ragazzo SA manca la capacità di ricordare molte informazioni o non sa come recuperare un’informazione per usarla. Può essere utile sviluppare schemi (per immagini o scritti) per lui.

Impostate gli schemi e i compiti per casa sulla lavagna e fatene una copia per lui. Assicuratevi che questi compiti vengano messi nello zainetto perché non sempre si può contare sul fatto che porti tutto a casa senza un qualche aiuto.
 Se necessario permettetegli di copiare gli appunti di altri alunni o fornitegli una copia.

Molti alunni SA sono anche disgrafici e non sono capaci di ascoltare voi che parlate, leggere sulla lavagna e scrivere nello stesso tempo.

Per concludere, a volte, alcuni atteggiamenti possono essere esasperanti e irritanti per i membri della classe. Tutto ciò è normale e da aspettarsi, ma sappiate che la comunicazione è la chiave e lavorando assieme come un team possiamo fornire loro il meglio.

Insistenza sulla monotonia

I ragazzi con AS sono facilmente sovraeccitati dal minimo cambiamento, sono altamente sensibili e stressati dall’ambiente e qualche volta impegnano se stessi in rituali. Essi sono ansiosi e tendono a preoccuparsi ossessivamente quando non conoscono che cosa li aspetta; stress, fatica e un sovraccarico sensoriale fanno loro spesso perdere il controllo.

a cura del Prof. Avv. Vincenzo Filiberti

  • 5
    Shares

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter cliccando qui e metti mi piace alla nostra pagina di Facebook. :-)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *