Scadenze Gae, cosa cambia con l’ultimo decreto

diplomati-magistrali-gae

Resta sempre molto attuale il tema delle immissioni in ruolo.

Certamente è argomento al centro dei pensieri dell’esecutivo, che con un recente decreto ha apportato significative modifiche al settore delle graduatorie ad esaurimento.

In particolare cambia qualcosa per quel che concerne il meccanismo di scioglimento delle riserve.

Non solo: le novità riguardano anche le modalità di inserimento dei titoli di specializzazione sul sostegno e di didattica differenziata.

Insomma chi ambisce a una immissione in ruolo mediante il meccanismo delle Graduatorie ad esaurimento (GAE), di cui fa parte, dovrà fare i conti con le innovazioni pensate in questo ultimo decreto.

Chi fa parte delle GAE, ma con riserva, dovrà rispettare la data del 3 luglio 2020, individuata come termine ultimo utile per conseguire l’abilitazione.

Stessa data è valida per entrare in possesso dei titoli utili ad aver diritto alla riserva dei posti, per conseguire il titolo di specializzazione sul sostegno e per dichiarare i titoli di specializzazione all’insegnamento (sempre sostegno).

E’ ormai noto che tutte le domande vanno consegnate telematicamente, mediante i canali digitali che il Ministero ha messo a disposizione.

Attraverso Itanze online le domande raggiungeranno gli Uffici Scolastici regionali di competenza.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *