Rinnovo contratti organico Covid Ata: nuovo passo in avanti

Nuovo passo in avanti verso la proroga dell’organico Covid anche per il personale Ata (clicca qui).

L’esclusione del personale tecnico amministrativo dal rinnovo dei contratti in scadenza a dicembre 2021 aveva lasciato delle perplessità.

La cosa ha mobilitato sindacati e forze politiche scese in campo per difendere i diritti della categoria (leggi anche questo articolo), anche nell’interesse del mondo della scuola, che in questo momento ha particolarmente bisogno di forza lavoro aggiuntiva.

Il passo in avanti c’è stato grazie all’Ordine del Giorno n. G/2448 sez. I/2/7 (testo 2) al DDL n. 2448, legge di Bilancio 2022, presentato da Rampi e Verducci (PD).

Nell’ordine del giorno sono stati inseriti anche altri temi come aumento stipendi, concorso riservato per Dsga, concorso riservato per gli insegnanti di religione cattolica e deroghe al vincolo triennale dei docenti neoassunti.

Nel testo si sottolinea che l’emergenza sanitaria ha rilevato la necessità di avviare una programmazione di interventi che garantiscano la sicurezza sanitaria e, al tempo stesso, tengano in particolare considerazione alcuni obiettivi che questi mesi di emergenza hanno reso ulteriormente prioritari: il potenziamento del personale scolastico, la continuità didattica, il contrasto alla diseguaglianza attraverso una scuola inclusiva che permetta lo sviluppo pieno delle potenzialità di ciascuno, l’edilizia scolastica attraverso la ricostruzione di ambienti di apprendimento;

Ora sarà necessario garantire le risorse necessarie a prorogare i contratti del contingente di personale docente e ATA, assunto per le finalità connesse all’emergenza epidemiologica.

Inoltre, la richiesta è di prevedere risorse aggiuntive finalizzate ad incentivare e sostenere l’impegno e la professionalità del personale scolastico, oggi impegnato a far fronte alle gravi conseguenze che l’emergenza sanitaria ha determinato sulla formazione degli alunni e, in particolare, quelli più bisognosi.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *