Riapertura delle scuole, la paura della terza ondata spinge verso gennaio 2021

Con l’arrivo di dicembre il Governo deve stringere i tempi in vista delle decisioni per Natale. La scuola, in questo senso, diventa un terreno insidioso considerata la necessità di riaprire le lezioni in presenza. In dubbio che farlo adesso possa avere poco senso, in virtù delle festività natalizie che porteranno a un nuovo stop.

In ogni caso, infatti, le scuole non potrebbero riaprire prima del 9 dicembre. Questo lascerebbe solo un paio di settimane ai ragazzi e alle scuole per riorganizzare le lezioni in presenza, per poi doversi confrontare con un nuovo stop.

Il tutto mentre gli esperti e i governatori delle Regioni sono nettamente divisi sull’incidenza che le lezioni in presenza possono avere sull’aumento dei contagi. Se è vero che i dati non assicurano uno stretto legame tra riapertura delle scuole e aumento dei contagi, è altrettanto vero che attorno ad esse gravita tutto un mondo, come quello dei trasporti, che non può essere ignorato.

Il dato di fatto, poi, è che con la chiusura delle scuole, il calo dei contagi è stato evidente, per cui il Governo ha molto timore a cambiare in corsa un meccanismo che finalmente sta dando respiro alle strutture ospedaliere, alleggerendo la pressione sulle terapie intensive.

Allo stesso tempo, però, la riapertura delle scuole, oltre alla questione economica, è in cima alle priorità del governo per ridare un senso di normalità alla società, sospesa in un vuoto da ormai quasi un anno, tra chiusure, dpcm e restrizioni. La sensazione è che si andrà verso un rinvio della riapertura delle scuole a gennaio. La paura di una terza ondata (che spingerà il Governo a misure restrittive particolari in vista delle festività natalizie) è troppo grande per correre al momento dei rischi non calcolati.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *