Graduatorie personale ATA tra scelte e rinunce

L’inserimento nelle graduatorie di terza fascia per le supplenze del personale ATA prevede la scelta di una provincia di inserimento, elemento molto importante considerato che può comportare la perdita di opportunità di lavoro per colpa di scelte non appropriate. Secondo alcune analisi, sembra che spesso si tenda a scegliere una provincia unicamente in base ai punteggi e non alle proprie esigenze personali.

Supplenze personale ATA: rinunce

Le supplenze da graduatoria di circolo e di istituto di III fascia personale Ata, non prevedono un numero massimo di rinunce alle supplenze. La normativa di riferimento in proposito spiega, nel Decreto Ministeriale 430/2000 all’articolo 7 comma 1, lettera B, punto 1, che:

Per supplenze conferite sulla base delle graduatorie di circolo e di istituto:
– la rinuncia ad una proposta contrattuale, o alla sua proroga o conferma, non comporta alcun effetto.

Accedesso alle graduatorie permanenti per immissione in ruolo

Tutti coloro i quali posseggono un’anzianità di servizio di almeno due anni (24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, prestato in posti corrispondenti al profilo professionale di cui si richiede l’accesso o in posti corrispondenti a profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore) aspirano all’assunzione a tempo indeterminato per scorrimento annuale della graduatoria ai sensi dell’art. 554 del Decreto Legislativo 297/94: per le immissioni in ruolo è quindi necessario accedere alle graduatorie permanenti.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *