Personale Ata, come viene effettuato il calcolo delle frazioni di servizio

graduatorie-ata

Al fine di poter rientrare nell’inclusione delle graduatorie ATA è necessario rispettare alcuni requisiti stabiliti dal ministero.

Si parte dal presupposto che condizione necessaria per rientrare nelle graduatorie del personale ATA sia il poter vantare un’anzianità di servizio di almeno 23 mesi e 16 giorni.

Importante tenere presente che questo lasso di tempo non debba essere necessariamente stato svolto in maniera ininterrotta.

Sempre per quel che riguarda l’aspetto temporale, è bene tenere presente che le frazioni di mese sono sottoposte a una procedura per la quale si provvede a una somma in modo che venga calcolato un mese ogni trenta giorni.

Nel caso in cui si verifichi un disavanzo sotto forma di frazione, questa viene persa nel caso in cui non raggiunga la soglia dei 15 giorni.

Nel caso invece in cui la frazione sia superiore ai 15 giorni, viene abbonata la rimanenza non raggiunta e si considera come mese intero.

L’importante è però che si tratti di servizio che risulti svolto in posti che siano equivalenti al profilo professionale di interesse.

Ma è sufficiente anche che si tratti di posti che equivalgano ai profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *