Le importanti novità per chi impartisce lezioni private

donna che prende appunti sulle novità per le lezioni private

La legge di bilancio ha introdotto importanti novità sulla regolamentazione dell’esercizio privato che molti docenti svolgono impartendo lezioni private. Vediamo di cosa si tratta.

Cosa cambia

  • Dal 1° gennaio 2019 i docenti che effettuano lezioni private e ripetizioni possono, in alternativa alla ordinaria tassazione IRPEF dei relativi compensi, optare per una cedolare secca del 15%.
  • I docenti devono comunicare all’amministrazione di appartenenza l’effettuazione delle lezioni private, per la verifica di eventuali incompatibilità, fermi restando i divieti indicati dall’art. 53 del d.lvo n. 165/2001, in genere riferiti all’insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interessi.
  • Il versamento segue gli stessi tempi di quello relativo all’IRPEF e con le stesse regole circa la liquidazione, l’accertamento, la riscossione, i rimborsi, le sanzioni, gli interessi ed il contenzioso.
  • Un apposito provvedimento da emanare entro 90 giorni dall’approvazione della legge stabilir le modalità per l’esercizio dell’opzione al metodo precedente (IRPEF).

di Fabiola Ortolano

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *