Noipa, rassicurazioni ufficiali su pagamento cedolini Marzo e Aprile

aspirante dirigente scolastico cerca informazioni sulle assunzioni

In un momento di confusione e incertezza, dilagano le fake news. Questo contribuisce ad allarmare coloro che sono già abbastanza preoccupati per la salute, per il posto di lavoro e per la propria situazione economica.

Nel mondo della scuola, particolarmente coinvolto dall’epidemia di Coronavirus, circola anche qualche notizia riguardante il pagamento degli stipendi dei dipendenti pubblici. In particolare, ha continuato a circolare nelle scorse ore una notizia fortunatamente rivelatasi infondata. Si è parlato di una presunta sospensione da parte di NoiPa del pagamento degli stipendi per il mese di Marzo e Aprile 2020.

.

Una notizia che come è facile immaginare ha gettato nel panico i diretti interessati, e ha sommerso di domande e telefonate l’Istituto di pagamento. Difficile stabilire il perchè e il per come una simile notizia sia stata messa in circolazione.

Potrebbe essersi trattato di un malinteso da parte di qualcuno che ha recepito male una comunicazione, o nella peggiore delle ipotesi di uno scherzo volontario di pessimo gusto.

La Notizia ha alimentato la propria consistenza tramite i soliti canali social, come Facebook e tramite app di chat come Whatsapp.

La comunicazione ufficiale di Noipa:

“Si è diffusa sui social network la falsa informazione, corredata da loghi istituzionali, secondo la quale sarebbe stata disposta la sospensione dell’erogazione degli stipendi di marzo e aprile a causa dell’emergenza Coronavirus. NoiPA ribadisce che tale informazione è falsa e rassicura gli amministrati che gli stipendi sono regolarmente emessi. Si precisa inoltre che gli autori della falsa comunicazione saranno perseguiti in tutte le sedi competenti per la diffusione di notizie false, atto ancora più grave in un momento così delicato per il nostro paese”.

Ciò significa che i gli stipendi del mese di Marzo e Aprile verranno papati regolarmente.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *