Maturità 2021: Azzolina punta ancora agli esami in presenza​

Con le scuole chiuse e molti dubbi sulla data della possibile riapertura, il Ministero deve fare i conti anche con quanto accadrà la prossima estate.

Il riferimento è in particolare agli esami di maturità. Al momento non ci sono certezze relativamente alle possibili modalità di svolgimento. Nello specifico, la volontà della ministra Azzolina sarebbe quello di assicurare gli esami in presenza anche per il prossimo anno. E’ evidente come al momento non sia possibile programmare alcunchè: troppe le incognite ancora in ballo.

Secondo il ministro dell’Istruzione, qualche novità potrebbe arrivare tra gennaio e febbraio, quando l’andamento dell’epidemia e i primi risultati delle vaccinazioni sulle fasce più esposte e più deboli della popolazione potrebbero consentire proiezioni più a lungo termine.

La ministra, parlando degli esami di maturità, ha tenuto a sottolineare come l’Italia sia stato uno dei pochi Paesi europei nel 2020 a garantire gli esami di maturità in presenza, sia pur con modalità adattate alle necessità della pandemia. Un motivo di orgoglio per la scuola italiana che il Governo vorrebbe mantenere anche per il prossimo anno.

Non sarà semplice, considerato che la quasi totalità dell’anno scolastico rischia di svolgersi a distanza. E considerato che nel frattempo è stata addirittura lanciata una petizione online da quanti vorrebbero abolire integralmente gli esami di maturità nel 2021.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *