Maturità 2019: la seconda prova

In queste ore si sta svolgendo la seconda prova scritta del nuovo esame di maturità. Si tratta di una nuova modalità che coinvolge due discipline di indirizzo e abolisce la vecchia terza prova.

I maturandi si sono esercitati mediante le precedenti simulazioni ma, tra le novità, la seconda prova li ha sicuramente preoccupati più delle altre.

Le discipline

Si elencano alcuni esempi delle discipline coinvolte:

  • Lingua e cultura greca e Lingua a cultura latina al Liceo classico
  • Fisica e Matematica al Liceo scientifico
  • Scienze umane, Diritto ed economia al Liceo delle scienze umane
  • Discipline turistiche e aziendali e Inglese presso l’Istituto tecnico per il turismo
  • Informatica e Sistemi e reti all’Istituto tecnico indirizzo informatica
  • Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici all’Istituto professionale per i servizi di enogastronomia
  • Igiene, cultura medico sanitaria e Psicologia all’Istituto professionale socio-sanitario
  • Anatomia fisiopatologia oculare ed Esercitazioni di optometria all’Istituto professionale socio-sanitario indirizzo ottico

Le tracce

Si riportano qui di seguito alcune delle tracce ufficiali che stanno svolgendo al liceo:

  • Classico:  Tacito, “La fine di Galba” e Plutarco
  • Scientifico: Matematica studio di funzione, Fisica problema sul condensatore
  • Artistico: Dall’auto-ritratto al selfie
  • Artistico indirizzo audiovisivo: La luna e l’anniversario dello sbarco del 1969
  • Linguistico: inglese, Edward Morgan Forster, “Where angels dear to tread”
  • Linguistico: spagnolo, il ruolo della donna nella prima guerra mondiale

In merito ai tecnici:

  • Istituto tecnico per il turismo: strutture ricettive innovative per nuovi turismi

A seguito della seconda prova, i maturandi si preparano alla nuova prova orale. Leggi qui i consigli del Ministro Bussetti!

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *