Immissioni in ruolo: controllo punteggio in graduatoria dopo la nomina

pc per controllo punteggio in graduatoria per immissioni in ruolo

Per le immissioni in ruolo dei docenti valide per il 2019/20 ci sono tre giorni di tempo per il controllo del punteggio in graduatoria.

La procedura

Le operazioni di immissione in ruolo per l’a.s. 2019/20 stanno caratterizzando questo mese di agosto e sono in corso di svolgimento.

Il contingente autorizzato è stato suddiviso esattamente a metà tra graduatorie ad esaurimento e graduatorie di merito. Restano fuori i casi di restituzione di posti.

Per le graduatorie di merito la legge dice che bisogna attingere per le immissioni in ruolo nella scuola secondaria con questo ordine:

  • graduatorie di merito del concorso 2016;
  • in subordine graduatorie di merito del concorso straordinario 2018, cui è destinato, per l’a.s. 2019/20, al netto dei posti utilizzati per la procedura di cui al concorso 2016, il contingente del 100% dei posti.

Invece per le graduatorie di merito da cui si attinge per le immissioni in ruolo nella scuola dell’infanzia e primaria, bisogna seguire questa sequenza:

  • graduatorie di merito del concorso 2016
  • in subordine graduatorie di merito del concorso straordinario 2018

I docenti delle GM hanno il diritto di scegliere con priorità rispetto ai docenti delle graduatorie ad esaurimento.

Il controllo del punteggio

Dopo l’attuazione delle nomine in ruolo, gli Uffici scolastici territoriali (provinciali), dovranno procedere al controllo del punteggio in graduatoria dei nominati.

Lo prevede il regolamento delle assunzioni a.s. 2019/20:

Si ricorda l’obbligo che, entro tre giorni dalla nomina in ruolo devono essere attivate, da parte dell’Ufficio Scolastico Territoriale competente, tutte le necessarie operazioni relative al controllo della regolarità dell’attuale punteggio di graduatoria nel rispetto di quanto previsto dall’art. 15 della legge n. 183/2011, in materia di autocertificazioni.

Questo significa che gli Uffici scolastici territoriali sono tenuti entro 3 giorni dalla nomina a controllare la regolarità del punteggio nella graduatoria da cui è derivata la nomina.

Ciò comporta che gli Uffici debbano verificare le dichiarazioni relative a servizi e titoli.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *