Immissioni in ruolo, le percentuali di assegnazione posti disponibili

In queste ore si sta affrontando il tema delicato delle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2021/22 che determineranno il futuro dei docenti precari che attendono di conoscere con quali modalità svolgeranno il loro lavoro da settembre. leggi qui!

Il Miur punta a impiegare tutto l’organico già dal primo giorno di scuola. Dopo i problemi legati alla pandemia degli ultimi due anni, assicurare continuità didattica agli studenti attraverso l’immissione in ruolo dei docenti e la riduzione delle supplenze diventa elemento fondamentale per ridare credibilità alla scuola.

Per la scuola Scuola secondaria i posti disponibili deriveranno per il 50% da GAE e per il 50% da concorso. Invece l’80% del 50% destinato alle immissioni in ruolo 2021/22, sempre riguardo alla scuola secondaria, sarà destinato alle assunzioni dalle graduatorie dei Concorsi docenti 2016-2018 e fascia aggiuntiva.

Resta da assegnare la percentuale del 20%, che dovrebbe essere attribuito alle nuove graduatorie di merito del Concorso straordinario 2020.

Niente da fare invece per chi confidava sulla disponibilità delle graduatorie del concorso ordinario 2020, che non saranno pronte. Niente da fare nemmeno per il recupero della quota del 100% di cui non si è usufruito precedentemente al concorso 2018.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *