Immissioni in ruolo docenti 2021: ancora pochi i posti disponibili

Nonostante gli sforzi del Governo, resta un sostanziale problema inerente le assunzioni docenti: il numero di insegnanti interessati sono in numero superiore rispetto alle probabili effettive assunzioni. Controlla questo articolo.

Un problema che persiste nonostante gli Uffici Scolastici abbiano già avviato le operazioni su Istanze online. Avviata anche la convocazione per la scelta della provincia /classe di concorso.

I posti disponibili, al momento, sono 112mila. E’ il contingente disponibile in seguito alla mobilità dei docenti di ruolo.

La ripartizione dei posti disponibili è la seguente:

5.940 infanzia
23.538 primaria
38.884 primo grado
44.329 secondo grado

Sono numeri sempre suscettibili di alcune modifiche, ma non sostanziali. Clicca qui! Le assunzioni però non dovrebbero superare quota 70.000.

Il tutto è sub iudice, in attesa della pronuncia definitiva del Ministero dell’Economia.

Gli USR, ad ogni modo, hanno già provveduto ad avviare i turni di nomina. La puntualizzazione, doverosa, è sempre quella di non confondere la compilazione della domanda su Istanze online con la proposta di assunzione. Non essendoci equivalenza tra richiesta e offerta, inevitabilmente non tutti potranno essere assunti.

C’è anche da considerare gli scorrimenti di graduatoria, che comprendono le riserve; il che vuol dire che ci saranno alcuni posti che verranno assegnati ai docenti con diritto alla riserva, e questo non avrà correlazione con il punteggio.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *