Green Pass scuola, non serve ai genitori per visite inferiori ai 15 minuti

Dirigenti, docenti, personale ata e soprattutto genitori  si stanno pian piano abituando al Green Pass scolastico

La piattaforma digitale messa a punto dal Governo a tempo di record ha consentito di snellire notevolmente le procedure di ingresso la mattina, controllando con una schermata chi è in possesso del Green pass valido e chi no.

Rimane il problema del controllo degli esterni, genitori in primis, che devono essere anch’essi in possesso di Green Pass per accedere all’istituto per parlare con un docente, portare un quaderno al figlio o andarlo a prendere. Potrebbe interessarti anche questo articolo

Le casistiche sono tante, e vengono affrontate di volta in volta. Per il momento, ad esempio, sembra scongiurata la possibilità che i genitori debbano essere in possesso del certificato per accedere ai cortili delle scuole, se queste ne sono provviste.

Uno sgravio di responsabilità non da poco per gli addetti ai controlli e uno snellimento del momento in cui i bambini vengono lasciati e ripresi a fine giornata.

Ma c’è anche il caso delle visite mordi e fuggi dei genitori, come quelle per lasciare un libro ai figli: in questo senso potrebbero esserci presto novità.

 Il Movimento Cinque Stelle ha presentato un emendamento al decreto Green pass che esonera dalla richiesta della certificazione Covid tutti coloro che accedono agli edifici scolastici per un tempo inferiore ai 15 minuti. Genitori compresi.

La misura sarà al vaglio della Commissione Affari Sociali che dovrà decidere sull’eventuale via libera.

Così si è espressa Vittoria Casa, presidente commissione Cultura Scienza e Istruzione alla Camera:

I fatti di cronaca degli ultimi giorni suggeriscono che in alcuni casi c’è la necessità di chiarire il senso della normativa vigente per dare serenità al personale scolastico, alle alunne, agli alunni e ai rispettivi genitori. Per prevenire situazioni difficilmente condivisibili nei confronti di chi si reca a prendere bambine e bambini a scuola, ho presentato un subemendamento al decreto Green pass che esonera dalla richiesta della certificazione Covid tutti coloro che accedono agli edifici scolastici per un tempo inferiore ai 15 minuti. Dobbiamo usare tutto il buonsenso necessario, evitare situazioni spiacevoli e venire incontro alle esigenze dei genitori e degli alunni più piccoli. La scuola è una grande comunità educante e nessuno deve sentirsi escluso”. Clicca qui per approfondire!

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *