Graduatorie ATA 24 mesi: oggi le provvisorie

studio-di-caso

Sono attese per oggi, 16 luglio 2019, le graduatorie provvisorie dei profili ATA 24 mesi in tutte le province italiane.

Gli Uffici Scolastici Provinciali (USP) provvederanno a pubblicare le graduatorie ATA 24 mesi presso il proprio sito. Oltre alle graduatorie provvisorie, gli USP renderanno visibili anche gli eventuali elenchi degli esclusi.

Il reclamo

In caso di errori materiali ed omissioni, gli aspiranti potranno presentare reclamo all’USP che si è interessato della valutazione della domanda. L’oggetto del reclamo dovrà essere il seguente: Graduatorie ATA ai sensi dell’art. 554 del D.L.vo 16.04.1994 n.297.  Il testo del reclamo è libero e dovrà contenere le seguenti informazioni:

  • denominazione ed indirizzo dell’USP a cui la domanda è stata inoltrata (intestazione)
  • dati anagrafici dell’aspirante e tipologia di profilo ATA
  • motivazione del reclamo (con eventuali allegati se necessari, es. titoli di studio)
  • richiesta di rettifica
  • data e firma

Gli aspiranti potranno presentare reclamo in una delle seguenti modalità:

  • presentazione brevi manu con ricevuta di protocollo presso l’USP medesimo
  • per mezzo di posta raccomandata A/R
  • tramite e-mail certificata (PEC)

Il termine di invio del reclamo è di dieci giorni dalla data di pubblicazione sul sito dell’USP di riferimento.

L’ufficio, esaminati i reclami, provvederà alla rettifica delle graduatorie, in modo da pubblicare quelle definitive.

Messa a disposizione

A seguito delle pubblicazioni definitive, sarà possibile anche per gli aspiranti supplenti rendersi conto di eventuali graduatorie esaurite, soprattutto per i profili più ricercati quali Cuoco, Guardarobiere e Assistente Tecnico.

Esauriti questi profili nelle graduatorie ATA 24 mesi ed in caso di mancanza di personale ATA presso le graduatorie di istituto, infatti, il Dirigente Scolastico potrà considerare le domande di messa a disposizione.

Assia Liberatore

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *