Graduatorie ATA 2021: le novità della modalità online

scrivania di personale ata che deve fare rettifica del punteggio.

Arriva la conferma, sull’aggiornamento delle graduatorie ATA III fascia 2021. Sarà una procedura da svolgersi integralmente online. La conferma è stata data da parte del Ministero ai sindacati. La bozza del bando è ormai pronta, si può passare alla fase successiva, quella relativa ai dettagli che interessano coloro che devono aggiornare i punteggi.

In questo senso c’è ancora molta incertezza, considerato che non esiste una data precisa per la domanda di aggiornamento delle graduatorie ATA di III fascia 2021. Ci sono delle indicazioni, ma che andranno ancora ufficializzate. Lo si potrà fare unicamente in seguito al parere del CSPI. Quel che è certo è che si tratta di un aggiornamento che avrà i suoi effetti per il successivo triennio. Quindi nessun altro aggiornamento fino all’a.s. 2023/24.

Anche se si risulta già inseriti nella graduatoria attuale, quella che è stata aggiornata l’ultima volta nel 2017, è necessario ripresentare la domanda. In caso contrario, si verificherà l’esclusione. Il vantaggio è che adesso, con la procedura online, il sistema avrà già a disposizione il punteggio.

Quindi coloro che presentano domanda di aggiornamento per le graduatorie ATA di terza fascia, vedranno già inserito nel sistema di presentazione il proprio punteggio.

L’auspicio è che in caso in cui il candidato riscontri errori nel punteggio già presente a sistema, possa correggerlo senza troppa fatica. Non sembra invece necessario da parte del candidato il reinserimento delle informazioni di punteggio già inserite nel 2017. L’importante è che si potrà aggiornare la propria posizione con:

  • l’inserimento di nuovi titoli;
  • la modifica della provincia;
  • l’inserimento del servizio di un contratto in corso, purchè antecedente alla presentazione della domanda stessa.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *