Graduatorie ad esaurimento: pubblicazioni definitive e assunzioni

ufficio in cui si lavora alle pubblicazioni delle graduatorie ad esaurimento

Gli Uffici Scolastici provinciali non possono certo ritenere questo fine luglio un mese di vacanza, considerato che lavorano alacremente per la pubblicazione delle graduatorie ad esaurimento, che saranno utilizzate per le immissioni in ruolo 2019/20.

Le graduatorie definitive

È passato quasi un mese dall’incontro svoltosi al Miur il 2 luglio scorso, come riferito dalla Flc Cgil.

La pubblicazione delle graduatorie definitive è attesa per la metà di questa settimana, considerato che la deadline ufficiale è per il prossimo 31 luglio.

Le immissioni in ruolo

Per quel che riguarda la ripartizione delle immissioni in ruolo, al momento la decisione è che alle graduatorie ad esaurimento venga destinato il 50% dei posti vacanti e disponibili, mentre l’altro 50% vada ai concorsi.

Le assunzioni saranno effettuate a livello provinciale. Quindi va tenuta presente la provincia di inserimento in graduatoria.

La scelta della sede avviene dopo gli assunti dalle graduatorie di merito dei concorsi. Le indicazioni sono state fornite già nelle istruzioni operative sulle immissioni in ruolo dello scorso anno.

Il Ministro Bussetti ha chiesto l’autorizzazione al Mef per 58.627 posti, di cui 14.552 per il sostegno.

Il contingente, secondo quanto annunciato dal Miur, doveva essere comunicato agli UU.SS.RR. lo scorso 26 luglio. Un appuntamento che per il momento è stato disatteso, ma che comunque non dovrebbe tardare ancora troppo. La sensazione è che ci dovrebbero essere novità già per questa settimana, in modo da non venir meno all’impegno di chiudere il discorso entro fine luglio.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *