Estate di concorsi, è rebus date ma il tempo stringe

diplomati magistrale che discutono del concorso

Qualche certezza in più per quel che concerne le procedure concorsuali che si svolgeranno nei prossimi mesi ma anche tanti, troppi dubbi ancora da fugare. Ciò che sappiamo è che metteranno a disposizione degli aspiranti docenti ben 61.863 posti. Sono suddivisi tra i bandi di concorso per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria e nella secondaria di I e II grado. A questi si aggiunge il concorso straordinario.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei bandi ha di fatto dato il via alle procedure, anche se in piena emergenza Covid 19 sono molti i punti interrogativi riguardanti i tempi e le modalità di svolgimento.

Al momento l’unica certezza è la finestra temporale aperta dal Ministero per presentare la domanda di partecipazione. Sarà possibile infatti procedere dal 15 luglio al 31 luglio per i i bandi di concorso per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria e nella secondaria di I e II grado, mentre per il concorso straordinario si potrà procedere già dalla fine di questo mese, considerato che le date utili sono individuate dal 28 maggio al 3 luglio. Proprio questo si preannuncia come il concorso più atteso, e non a caso metterà in palio il maggior numero di posti disponibili, ben 24 mila.

Ancora da stabilire le date per l’attuazione delle prove, ma è certo che il Ministero ha necessità di affrettare i tempi e concludere tutte e procedure prima della fine dell’estate. Ecco perchè ci sono buone possibilità che le prime prove possano svolgersi già pochi giorni dopo la chiusura della ricezione delle domande, quindi a fine luglio.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *