Esami di maturità, i requisiti per l’ammissione

Ci si avvicina rapidamente a quelli che saranno i secondi esami di maturità nell’epoca della pandemia. Esami che inevitabilmente devono fare i conti con le misure di sicurezza imposte dal virus. (Potrebbe interessarti questo articolo. Leggi qui)

Se l’anno scorso il Miur è stato preso totalmente alla sprovvista riguardo il metodo da utilizzare per l’ammissione agli esami, quest’anno si è avuto il tempo di prepararsi in modo da evitare un “dentro tutti” (clicca qui) che certo non ha fatto onore alla meritocrazia, necessaria a dare serietà al percorso scolastico che va concludendosi.

Quest’anno si potrà anche verificare la possibilità di non essere ammessi agli esami ed essere bocciati allo scrutinio finale alla luce del rendimento scolastico, inevitabilmente ancora penalizzato dalla didattica a distanza, ma sottoposto a giudizi di valutazione più adeguati rispetto allo scorso anno.

L’esame di maturità 2021 consisterà in una prova orale. Il candidato comincerà con la discussione di un elaborato, il cui argomento sarà deciso dal Consiglio di classe entro il 30 aprile. leggi anche qui

Per essere ammessi all’esame il candidato dovrà ottenere 6/10 di voto in ciascuna disciplina, compresa la condotta. Unica tolleranza prevista, quella relativa al caso di una sola insufficienza.

La frequenza dovrà rientrare “per almeno tre quarti del monte ore personalizzato”, fermo restando che la particolare situazione potrebbe consentire deroghe.

Partecipazione alle prove INVALSI e svolgimento delle attività di PCTO (percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento), per quest’anno invece non sono considerate necessarie.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *