Esame di stato secondo ciclo: come sarà?

ragazza che ha appena affrontato le simulazioni della seconda prova

A seguito dell’emergenza COVID19, anche nell’anno scolastico 2020/21 l’esame di stato si svolgerà in modalità orale. Il colloquio, infatti, sostituirà la prima e la seconda prova scritta. In particolare, le discipline di indirizzo saranno trattate e approfondite mediante un elaborato multidisciplinare che i candidati dovranno consegnare prima dell’avvio dell’esame e poi ripetere in sede dello stesso.

Ricordiamo che la commissione è interna, mentre il presidente è esterno. Anche i commissari interni potrebbero aver bisogno di essere sostituiti. Scopri come inviare la tua mad!

L’ordinanza

Leggiamo insieme l’articolo 18 della nuova Ordinanza Ministeriale.

La prova orale prevede i seguenti step:

  • discussione di un elaborato multidisciplinare;
  • analisi di un testo in lingua italiana;
  • estrazione di un documento con argomento interdisciplinare;
  • eventuale elaborato aggiuntivo sull’esperienza di PCTO.

L’elaborato

I ragazzi effettueranno la discussione di un elaborato sulle discipline estratte. A queste discipline, si integrano le altre discipline caratterizzanti secondo una prospettiva multidisciplinare, comprese le esperienze di PCTO e dell’educazione civica.

L’argomento dell’elaborato sarà assegnato agli studenti entro il 30 aprile 2021. Ogni studente avrà un docente di riferimento al quale dovrà trasmettere l’elaborato per posta elettronica entro il 31 di maggio, includendo in copia anche l’indirizzo di posta elettronica istituzionale della scuola. L’elaborato sarà discusso in sede di colloquio. Qualora il candidato non provveda alla trasmissione dell’elaborato, la discussione orale si svolgerà comunque in relazione all’argomento assegnato, e si terrà conto della mancata trasmissione in sede di valutazione della prova d’esame.

Il colloquio

Nella fase iniziale del colloquio, il candidato presenterà l’elaborato multidisciplinare. Successivamente procederà ad una analisi del testo, in sostituzione del tema di italiano.  Lo studente, pertanto, dovrà discutere un breve testo, che è stato oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana durante il quinto anno.

Poi si estrarrà un documento contenuto in una busta. Lo studente analizzerà quindi il documento (es. foto, immagine o altro documento) scelto a caso dalla commissione trattando i nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline, anche in prospettiva interdisciplinare. Gli studenti dei licei musicali aggiungeranno una esecuzione musicale della durata di dieci minuti.

Infine il candidato potrà esporre, con supporto di una relazione o di un prodotto multimediale, l’esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi, solo nel caso in cui non sia possibile ricomprendere tale esperienza all’interno dell’elaborato multidisciplinare.

Assia Liberatore

 

 

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *