Doppia laurea, la legge pubblicata in Gazzetta Ufficiale

La doppia laurea diventa realtà, dal prossimo Anno Accademico l’iscrizione contemporanea a due università sarà finalmente possibile.

È stata pubblicata in Gazzetta ufficiale n. 98 del 28 aprile 2022 la Legge n. 33 del 12 aprile 2022  che introduce le disposizioni in materia d’iscrizione contemporanea a due corsi d’istruzione superiore.
La nuova legge entrerà in vigore il prossimo 13 maggio.

Una grande opportunità per gli studenti italiani

Con la nuova legge, il divieto di doppia laurea sarà solo un lontano ricordo.

Si tratta di un provvedimento storico che supera il Regio Decreto del 1933 che vietava agli studenti la possibilità della doppia immatricolazione.

“Un grande risultato che consente al nostro Paese di fare un passo in avanti nella formazione universitaria, in linea con il contesto internazionale” commenta il Ministro Messa.

Doppia laurea: come funzionerà

A partire dal prossimo Anno Accademico sarà possibile l’iscrizione contemporanea a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale.

I percorsi universitari scelti potranno essere massimo due e potranno essere erogati da istituzioni italiane, estere e atenei telematici.

La legge  non consente l’iscrizione contemporanea a due corsi di laurea o laurea magistrale appartenenti alla stessa classe, né allo stesso corso di master, neanche presso due diverse università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.

“Come ministero stiamo già lavorando per fornire quanto prima le indicazioni agli atenei per consentire una prima applicazione della legge” annuncia il Ministro dell’Università e della Ricerca .

Per ulteriori informazioni consulta la Gazzetta ufficiale n. 98 del 28 aprile 202

Verifica sull’impatto della legge

A seguito del primo triennio di applicazione della doppia laurea ci sarà la verifica.

Entro quattro mesi dalla conclusione del terzo anno accademico successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore della legge, il Ministero dovrà presentare alle Camere una relazione sullo stato di attuazione della presente legge e una valutazione dell’impatto della stessa.

Per approfondimenti sul tuo piano di studi clicca qui 

 

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *