Commissioni d’esame: la domanda per commissari esterni

mad-posti-vacanti

Ai sensi del decreto n.5222 del 26/03/2019, sono aperte le procedure per i docenti che dovranno effettuare la domanda come commissari esterni e Presidenti nelle commissioni d’esame. La domanda si presenterà tramite il portale Istanze on-line.

Gli Uffici Scolastici Regionali e le scuole forniscono direttive circa le commissioni dell’esame di Stato del II ciclo secondo i criteri qui di seguito indicati.

Quali docenti potranno fare domanda?

Hanno l’obbligo di presentare domanda come commissari esterni:

  1. i docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato (compresi i docenti ITP e di potenziamento), in servizio in istituti di istruzione secondaria di II grado statali, se non designati commissari interni o referenti del plico telematico:
    – che insegnano, nell’ordine, nelle classi terminali e non terminali, discipline rientranti nelle indicazioni nazionali e nelle linee guida dell’ultimo anno dei corsi di studio;
    – che, pur non insegnando tali discipline, insegnano discipline che rientrano nelle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni;
  2. i docenti con rapporto di lavoro a tempo determinato fino al termine dell’anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche (compresi i docenti ITP), in servizio in scuole statali secondarie di II grado, se non designati commissari interni o referenti del plico telematico:
    – che insegnano, nell’ordine, nelle classi terminali e non terminali, discipline rientranti nelle indicazioni nazionali e nelle linee guida dell’ultimo anno dei corsi di studio;
    – che insegnano discipline riconducibili alle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni, in possesso della specifica abilitazione all’insegnamento o di idoneità di cui alla legge n. 124 del 1999 o, da ultimo, di titolo di studio valido per l’ammissione ai concorsi per l’accesso ai ruoli.

Hanno facoltà di presentare domanda per commissari esterni:

  1. i docenti, già di ruolo in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, collocati a riposo da non più di tre anni (incluso l’anno in corso), che possiedono abilitazione o idoneità all’insegnamento;
  2. i docenti che negli ultimi tre anni abbiano prestato effettivo servizio per almeno un anno, con rapporto di lavoro a tempo determinato sino al termine dell’anno scolastico o sino al termine delle attività didattiche in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado e siano in possesso di abilitazione o idoneità all’insegnamento  nelle discipline comprese nelle classi di concorso afferenti alle indicazioni nazionali e alle linee guida dell’ultimo anno dei corsi della scuola secondaria di secondo grado.

È data la possibilità di presentare domanda anche ai docenti precari abilitati privi di contratto di supplenza. I docenti precari non abilitati potranno candidarsi ugualmente, inviando domanda di messa a disposizione.

Affrettatevi: la domanda dovrà essere presentata entro il 12 aprile 2019.

 

Assia Liberatore

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *