Domanda per assegnazioni provvisorie: come caricare gli allegati

docente che inserisce allegati nella domanda per assegnazioni provvisorie

È finalmente disponibile la funzione online che consente la presentazione delle domande di assegnazione provvisoria per l’anno scolastico 2019/20.

La procedura

La procedura per caricare gli allegati alla domanda online è abbastanza semplice. Alcuni devono presentare domanda cartacea, altri tramite Istanze Online.

La domanda cartacea

Presentano domanda cartacea le seguenti categorie di personale:

  • docenti Religione Cattolica
  • personale educativo
  • docenti licei musicali
  • personale docente assunto ex DDG 85/2018 (FIT)
  • personale ATA.

La domanda online

Presenta domanda online il personale docente.

Gli allegati

Alla domanda di assegnazione provvisoria è necessario allegare le autodichiarazioni relative alle esigenze di famiglia che provano i motivi di ricongiungimento ed eventuali punteggi dovuti all’esistenza di figli.

Vanno, inoltre, allegate eventuali certificazioni mediche o altre dichiarazioni che danno titolo alle precedenze (per chi naturalmente ne usufruisce) ed eventuali dichiarazioni del possesso del titolo posseduto in caso si chieda l’assegnazione per altro grado di istruzione o posto.

Come allegare questi documenti

I docenti, come detto sopra devono presentare domanda online, e gli allegati vanno caricati su Istanze Online. È meglio caricarli prima di procedere alla compilazione della domanda.

Per caricare gli allegati:

  1. accedere alla pagina personale di Istanze on line con username e password;
  2. aprire il MENU in alto a sinistra e cliccare “Altri servizi”-”Gestione allegati” e, dopo aver letto attentamente le istruzioni, Cliccare su “Avanti” e “Accedi”
  3. il caricamento di ogni allegato richiederà l’inserimento del codice personale
  4. l’allegato, una volta denominato e correttamente caricato, deve essere “richiamato” e direttamente inserito all’interno del modulo-domanda durante l’operazione di compilazione.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *