Decreto Sostegni bis: Governo al lavoro per definire la norma sulle immissioni in ruolo

scrivania di studente per specializzazione sostegno in attesa di pubblicazione dei bandi

Non ci sono ancora molte certezze per quel che riguarda le Immissioni in ruolo previste per il prossimo anno scolastico. Il governo è al lavoro per trovare la formula più efficace possibile che consenta di garantire la copertura del maggior numero di cattedre in maniera continuativa. Clicca qui

Per fare questo sarà necessario arrivare a una formula definitiva del Decreto Sostegni Bis, al momento ancora incompleto proprio per quel che attiene alla norma sulle immissioni in ruolo. Una norma che il Parlamento deve vagliare con attenzione prima che sia convertita in legge, proprio per questo potrebbe essere soggetta a modifiche. Per approfondire l’argomento guarda qui

Una delle poche certezze riguarda il fatto che si comincerà attingendo dallo scorrimento delle graduatorie esistenti. Il riferimento è quindi alle Graduatorie ad Esaurimento (Gae), graduatorie di merito concorso 2016 e 2018, sia per la scuola dell’infanzia e primaria che per la secondaria. Per la scuola secondaria di I e II grado si farà riferimento anche alle graduatorie del concorso straordinario. Potresti leggere anche questo articolo

L’obiettivo del Governo è tenere fede all’impegno preso con i sindacati di immettere in ruolo in totale 11mila docenti di sostegno e 7500 docenti su posti comuni.

Concludere l’iter decisionale nelle prossime settimane è una questione prioritaria da prendere in concomitanza con la conclusione di quello che tutti si augurano possa essere l’ultimo anno scolastico pesantemente condizionato dalla pandemia e dalla didattica a distanza.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *