Concorso straordinario secondaria: prove, materie e date assunzioni

docenti che discutono del concorso straordinario secondaria

Inizia a entrare nel vivo la preparazione per il concorso straordinario rivolto ai docenti che hanno 36 mesi di servizio. Parallelamente cresce la necessità di comprendere i tempi per le assunzioni dei vincitori di concorso e le date del bando.

Le premesse

È necessario partire dal presupposto che le assunzioni dei vincitori sono strettamente connesse alle tempistiche per la pubblicazione del bando di concorso per i docenti che potranno partecipare al concorso straordinario.

Infatti i posti a bando saranno 24mila, numero che andrà ripartito tra posti comuni e sostegno. Il concorso sarà riservato anche ai docenti di ruolo.

I docenti con servizio nella scuola statale che superano la prova scritta con 7/10 ma non rientrano nei 24.000 posti con servizio nelle scuole paritarie potranno comunque conseguire l’abilitazione, ma solo in alcuni casi.

Vediamoli nel dettaglio:

  • se hanno una supplenza al 30 giugno o 31 agosto nelle scuole statali o paritarie (previa regolarità versamento contributi)
  • conseguono i 24 CFu
  • superano la prova orale per il conseguimento dell’abilitazione.

La data prevista per le assunzioni sarà quella dell’1.9.2020. Poi si passerà agli anni scolastici successivi. Si arriverà così al completo esaurimento della graduatoria.

Le prove

Il concorso prevede:

  • prova scritta selettiva computer based con quesiti a risposta multipla su argomenti afferenti alle classi di concorso e sulle metodologie didattiche. Il programma di esame è quello previsto per il concorso ordinario per titoli ed esami per la scuola  secondaria bandito nell’anno 2016.
  • graduatoria con punteggio prova scritta + titoli
  • immissione in ruolo e anno di prova per 24.000 posti
  • conseguimento dei 24 CFU (se non posseduti) con oneri a carico dello Stato
  • prova orale da superarsi con 7/10
  • conseguimento dell’abilitazione a fine anno prova.

Ricorda! Una delle principali novità è legata all’inserimento dei quesiti su argomenti afferenti le classi di concorso oltre alle metodologie.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *