Concorso straordinario: riprendono le sessioni con le prove suppletive

ata-titoli

Comincia finalmente a delinearsi il contorno della possibilità di portare a termine, o quantomeno di proseguire, il concorso straordinario per il ruolo. Un concorso cui il Ministero aveva deciso di dare il via nonostante la situazione pandemica.

Nello scorso autunno, le prove sono state svolte solo al 60% circa: poi tutto è stato cristallizzato insieme ai nuovi provvedimenti del Governo, ancora in corso con inasprimenti che vanno e vengono.

Secondo le ultime indicazioni, finalmente le prove potranno ripartire. La data individuata per la ripresa delle stesse è il 15 febbraio, per concludersi poi, già il 19. Dovrebbero essere ufficienti quattro giorni di prove per portare a termine gli esami che erano stati interrotti lo scorso novembre.

Il tutto dovrà però adesso incastrarsi con le ultime sentenze. Prevista ammissione alle prove, a quei candidati che non avevano potuto partecipare alle prove in virtù proprio della pandemia.

Il Consiglio di Stato ha sancito che gli stessi hanno diritto allo svolgimento delle prove suppletive se sono stati impossibilitati a svolgere la prova nel giorno cui avevano diritto causa Covid.

Potranno partecipare alle prove suppletive coloro i quali saranno in possesso di decreto cautelare individuale che ne testimoni il diritto.

Questa circostanza costringerà il Ministero a riformulare calendario e prove in modo da garantire la massima equità.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *