Concorso straordinario docenti: ok al requisito dei 3 anni dal 2008

docenti che partecipano al concorso straordinario con requisito 3 anni.

Buone notizie per gli aspiranti docenti che attendono l’immissione in ruolo: un comunicato diffuso dalla Lega annuncia l’approvazione dell’emendamento riguardante l’estensione temporale del requisito dei tre anni, retrodatandolo dal 2011 al 2008, per quanto riguarda il concorso straordinario docenti.

L’onorevole del partito della Lega, Rossano Sasso, ha dunque portato a termine con esito positivo la sua battaglia in Parlamento, definendo questo emendamento il più importante tra quelli approvati sinora.

I 3 anni e gli altri emendamenti

L’approvazione dell’emendamento sull’estensione dal 2011 al 2008 dei tre anni di servizio per il concorso straordinario costituisce un traguardo importante.

Conquista della Lega a tarda sera in commissione cultura e lavoro riunite della Camera. Dopo ore di barricate da parte dei parlamentari leghisti, caratterizzate dagli interventi-fiume del deputato Sasso, la maggioranza ha “ceduto” su alcuni emendamenti dell’opposizione. Tra questi – si legge nel comunicato – il più importante tra quelli approvati fino ad ora è quello che riguarda i requisiti di accesso al concorso straordinario, ed in particolare l’estensione temporale del requisito dei tre anni di servizio, retrodatandolo dal 2011 al 2008, andando a riformulare l’emendamento 1.17 della Lega che prevedeva anche l’annualità in corso.

Va detto che l’onorevole Rossano Sasso ha tenuto a precisare che non può essere considerata questa una vittoria della Lega:

ma il riconoscimento di un diritto per migliaia e migliaia di lavoratori che senza questo emendamento, sarebbero stati esclusi dalle procedure concorsuali. Adesso la battaglia prosegue per il PAS – aggiunge il comunicato – per lo sblocco degli organici del personale educativo, per i DSGA facenti funzione, per i diplomati magistrale e per gli idonei degli ultimi concorsi.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *