Concorso sostegno: novità nelle prove e nelle graduatorie

Per gli insegnanti di sostegno è in programma un concorso per specializzati. Sarà strutturato con aggiornamento biennale delle graduatorie.

L’obiettivo è realizzare un concorso meno articolato per questa importante categoria di insegnanti. Per fare questo, il Governo sarebbe orientato a prevedere una sola prova, esclusa quella preselettiva. Le prove poi saranno selettive.

Il concorso sarà strutturato su base regionale, riservato a chi è in possesso di titolo di specializzazione.

A rendere il concorso innovativo nel suo genere, c’è la volontà di procedere al rinnovo della graduatoria di merito ogni due anni. Questo consentirebbe ai candidati di integrare la propria posizione con i nuovi titoli conseguiti dopo la presentazione della domanda.

Non c’è ancora una data per il concorso: c’è infatti da risolvere il rischio di sovrapposizione della partecipazione di alcuni candidati anche al concorso ordinario, per il quale le domande sono già state presentate entro il 31 luglio.

Il Governo ha stimato che potrebbero essere 60mila i candidati. Questa base deriva dal numero di docenti specializzati attualmente inseriti nelle GaE, nelle graduatorie di istituto e che stanno frequentando i corsi di specializzazione.

In tutto ciò resta in sospeso il completamento del concorso straordinario interrotto causa pandemia quando il 60% circa dei candidati avevano già sostenuto le prove. Probabile che la decisione circa il riavvio delle procedure possa essere contestuale e possa avvenire in primavera, compatibilmente con la riduzione dell’emergenza sanitaria.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *