Concorso Dirigenti Scolastici: novità sul punteggio per coordinatore di classe

partecipante al concorso dirigenti scolastici cerca info sui titoli

UDIR ha reso noto che il Ministero pubblicherà una nota con elenco valutazione titoli dei candidati che hanno superato l’orale.

Il Miur ha confermato che il titolo di coordinatore del consiglio di classe non è valutabile, come già precisato dall’UDIR durante la scuola estiva.

In auto-tutela, chi fosse stato indotto in errore, anche per via di consulenze o suggerimenti errati, può chiedere di rettificare il proprio punteggio.

Marcello Pacifico (presidente nazionale Udir):

Molto probabilmente le graduatorie definitive dei punteggi dei titoli saranno integralmente da rifare. Continueremo a vigilare sulla corretta esecuzione della procedura concorsuale.

Il Miur ha pubblicato una nota specifica relativa alla valutazione dei titoli culturali, di servizio e professionali degli aspiranti dirigenti scolastici, relativamente ai quali è stato reso noto il punteggio.

Punteggio massimo titoli

L’articolo 12, comma 1, del DM 138/2017, che disciplina il concorso, così dispone:

Per la valutazione della prova scritta, di quella orale e per la valutazione dei titoli, la Commissione del concorso ha a disposizione un punteggio massimo pari rispettivamente a 100, 100 e 30 punti. Il punteggio massimo attribuibile ai titoli, dunque, è pari a 30 punti.

I titoli valutabili (o meglio ormai valutati) sono i seguenti:

A – titoli culturali

B – titoli professionali e di servizio

Attività di coordinatore di classe

Nella succitata nota, il Miur affronta anche la questione relativa alla valutazione dell’attività di coordinatore di classe che secondo alcuni poteva essere valutata, ai sensi della lettera B.2 della tabella A allegata al DM 138/2017.

Il Miur comunica che l’attività di coordinatore di classe non può essere valutata ai sensi dell’art. 25, comma 5, del D.lgs. n. 165/2001 e invita chi ha dichiarato tale attività a rettificare le dichiarazioni presentate.

La regolarizzazione sarà possibile dal 17 al 20 luglio.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *