Concorsi ordinari 2021: il Cspi dà il via libera al Miur

Passo in avanti importante verso l‘attuazione dei concorsi scuola previsti entro la fine del 2021. Il parere del CSPI ha di fatto consentito il ritorno delle bozze presentate dal ministero inerenti concorso ordinario infanzia e primaria e secondaria. E dunque l’iter previsto per novembre può proseguire senza intoppi. Il prossimo passo sarà la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, che adesso potrebbe arrivare entro una settimana. Clicca qui
Ricordiamo che questi due concorsi sono particolarmente attesi: basti pensare che coloro che hanno già presentato domanda sono qualcosa come 600.000 candidati. Si assottiglia sempre più la speranza che possano essere riaperti i termini di iscrizione anche nei confronti chi non ha fatto in tempo a iscriversi in occasione della pubblicazione dei bandi originari. Leggi anche questo articolo!
I sindacati proveranno fino alla fine a convincere il ministero ad accogliere ulteriori domande.E’ chiaro che i tempi ristretti rendono difficile l’accettazione di una pur legittima richiesta, considerato che i bandi verranno modificati.
Il CSPI ha dato parere favorevoli per entrambi gli schemi dei decreti per il concorso ordinario per la scuola dell’Infanzia/Primaria e per la scuola secondaria di I e II Grado. Ora si aspetta la pubblicazione dei testi ufficiali dei due decreti da parte del Ministero dell’Istruzione.
Il CSPI ha approfittato per sollecitare il Ministero dell’Istruzione a definire un sistema ordinario che dia certezze di programmazione e per la preparazione ai candidati. Lo scopo è di approdare a una riforma del reclutamento che metta al centro la formazione con percorsi strutturati e stabili.
Il CSPI ha anche invitato il MIUR ad avviare, come previsto nel PNRR, le riforme relative al miglioramento dei processi di reclutamento e di formazione degli insegnanti, individuando modalità che siano omogenee, univoche ed orientate alla valorizzazione di competenze e professionalità.

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *