Tutto quello che devi sapere sul Bonus docenti

bonus-docenti

Dal 12 settembre è di nuovo attiva l’applicazione per sfruttare il Bonus docenti di 500 €: in questo articolo ti spieghiamo cosa accadrà e rispondiamo ai tuoi dubbi.

Il Bonus docenti 2018/2019

La legge 107/2015 ha introdotto un bonus di 500 € che gli insegnanti devono utilizzare per l’aggiornamento e la formazione professionale.

Per utilizzare questa carta è necessario registrarsi al portale dedicato del Miur e avere lo Spid, l’identità digitale.

I bonus avanzati

Quest’anno il Ministero ha fatto sapere che le somme non spese negli anni precedenti verranno sommate a quella di quest’anno:

Si segnala che ai portafogli dei docenti saranno attribuiti anche i residui relativi agli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018. Solo per i residui riferiti all’anno scolastico 2016/2017 gli importi disponibili possono essere utilizzati dai docenti e validati dagli esercenti entro e non oltre il 31 dicembre 2018.

Quindi i docenti che non avevano speso l’intero bonus nei due anni scolastici passati potranno farlo nel 2018: con l’emendamento al Milleproroghe, si è specificato che queste somme precedenti possono essere spese entro il 31 dicembre, altrimenti andranno perse!

Le domande frequenti

Cos’è lo SPID e come si ottiene?

Si tratta di un sistema di autenticazione per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e di privati aderenti, previsto per i cittadini e le imprese.

In soldoni lo Spid è costituito da un nome utente e una password, utilizzabili su queste piattaforme da computer, tablet e smartphone.

  • Per ottenere questa identità digitale servono un indirizzo e-mail, un numero di cellulare, la tessera sanitaria e un documento in corso di validità e la registrazione su un Identity Provider (Aruba, Poste Italiane, Tim, InfoCert, Register.it, Sielte),

In poco tempo avrai il tuo Spid, che saranno user e password scelti nella registrazione, e potrai accedere con questa identità a tutti i servizi amministrativi online.

Quando si può iniziare ad usare il bonus

La registrazione al servizio è prevista dal 1 settembre al 30 ottobre di ogni anno: non c’è una scadenza e basta autenticarsi la prima volta.

Quest’anno l’applicazione è stata riattivata il 12 settembre, quindi è già possibile utilizzarla o eventualmente registrarsi.

Come si può usare la Carta del docente

Il Ministero ha fornito una lista di tutto ciò che è possibile acquistare con questo bonus di 500 €:

  • libri, pubblicazioni, riviste, testi anche in formato digitali su temi lavorativi o comunque utili all’aggiornamento professionale
  • corsi di aggiornamento e di qualificazione, erogati da enti accreditati presso il Miur
  • hardware e software
  • iscrizione a corsi di laurea – magistrale, specialistica o a ciclo unico – legati al proprio profilo professionale
  • teatro e cinema
  • musei, mostre, eventi culturali e spettacoli
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Ora non ti resta che iniziare a scegliere per cosa utilizzerai il tuo bonus quest’anno!

 

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter cliccando qui e metti mi piace alla nostra pagina di Facebook. :-)




    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *