Bando FIT per abilitati: le ultime notizie dal Ministero

bando-fit-abilitati

Si aprono le procedure per il primo dei tre concorsi del 2018: si tratta di quello dedicato ai FIT per insegnanti abilitati. Ecco cosa sappiamo finora.

Bando e istruzioni

Il bando non è ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ma, in base a quanto emerso dall’incontro con i sindacati di qualche giorno fa, l’iter sarebbe concluso e quindi a giorni si dovrebbero avere tutte le informazioni utili.

La prima certezza che abbiamo sono le date di iscrizione al concorso: secondo quanto diffuso dal MIUR, le domande si potranno presentare dalle 9:00 del 20 febbraio prossimo fino alle 23:59 del 22 marzo.  Il Ministero ha annunciato la creazione di una pagina tematica dedicata al concorso, alla quale si accederà dal sito ufficiale del MIUR, in cui trovare tutte le informazioni utili e la sezione riservata alle candidature: l’intero processo si svolgerà quindi per via telematica.

Decreto e bando rientrano nel disegno della Buona Scuola, con spazi concorsuali per docenti abilitati, e a seguire per non abilitati ma con 3 anni di servizio e infine per FIT tradizionali rivolti a giovani laureati.

Chi può candidarsi

Per il momento si parla di più di 100.000 possibili candidati.
Gli ammessi a questo concorso sono:

  • i docenti abilitati nella secondaria, senza contratto a tempo indeterminato, per la rispettiva classe/classi di concorso;
  • i docenti di ruolo, compresi i docenti di infanzia e primaria, che abbiano una abilitazione in diversa classe di concorso o che vogliano partecipare da sostegno a posto comune e viceversa;
  • gli ITP che siano in GAE o in II fascia GI entro il 31 maggio 2017, data di entrata in vigore del DLGS;
  • con riserva, gli aspiranti che hanno in corso la specializzazione per il sostegno avviata entro il 31 maggio 2017, purché il titolo sia conseguito entro il 30 giugno 2018.

Gli aspiranti possono partecipare al bando in una sola Regione ovviamente.

Titoli e prove

Il punteggio finale di ogni candidato sarà dato per il 60% dai titoli e per il 40% dal punteggio della prova orale.

La tabella di valutazione dei titoli prevede l’assegnazione di un massimo di 60 punti. Nel dettaglio:

  • titolo di accesso: massimo 34 punti
  • ulteriori titoli professionali e culturali: massimo 25 punti
  • pubblicazioni: massimo 9 punti
  • servizi di insegnamento: massimo 30 punti.

La prova orale, invece, consiste nella simulazione di una lezione e in un approfondimento sulle scelte didattiche e metodologiche per determinati contenuti e contesti. Durante questa fase, viene valutata anche la conoscenza della lingua straniera (scelta dal candidato) che dovrà essere, minimo, di livello B2.

Ti ricordiamo quindi che puoi presentare la tua domanda dalle 9:00 del 20 febbraio fino alle 23:59 del 22 marzo. A giorni sarà online il portale dedicato al FIT per abilitati del MIUR!

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *