Aggiornamento GPS 2022, pubblicata l’ordinanza ministeriale. Domande dal 12 al 31 maggio

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato l’ordinanza che regola le procedure di aggiornamento delle GPS e delle Graduatorie di Istituto per il biennio 2022/2024.
Le domande si potranno presentare dal 12 al 31 maggio 2022.
Le operazioni previste saranno: aggiornamento, trasferimento verso altra provincia, nuovo inserimento.

Modalità di presentazione delle domande

Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica sul portale Istanze Online.
Le procedure di iscrizione saranno possibili dalle ore 9:00 del 12 maggio 2022 e fino alle ore 23.59 del 31 maggio 2022.
Per accedere alla compilazione dell’istanza sarà necessario essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE).
Si ricorda che l’iscrizione potrà essere fatta per un’unica provincia, per tutte le classi di concorso di cui si è in possesso dei requisiti.

L’accesso con riserva

Il Ministero dell’Istruzione introduce una novità: la possibilità di accedere con riserva in caso di abilitazione/specializzazione conseguita dopo il termine di presentazione delle domande, da confermare tramite un’apposita ulteriore istanza entro il 20 luglio 2022.

Sarà possibile, inoltre, dichiarare i titoli di servizio attualmente in corso che si completeranno oltre il termine di presentazione delle istanze.

Questa possibilità dà anche modo di iscriversi con riserva nelle GPS di seconda fascia di sostegno, nel caso in cui il servizio rappresenti la terza annualità di almeno 180 giorni di servizio sul sostegno.

Nella stessa istanza è possibile inserire le sedi per l’iscrizione nelle Graduatorie d’Istituto di seconda e terza fascia.

 

Se desideri approfondimenti clicca qui!

Per maggiori informazioni sull’ordinanza 112 del 6 maggio 2022 clicca qui!

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Per continuare a rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo del lavoro nelle scuole, iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *